Brochure

Scheda Tecnica

Category
Carraro, Frutteto, Oliveto, Vigneto

FRUTTETO BASSO

Con il suo “Cofano a profilo ribassato” Carraro Frutteto Basso permette di lavorare in perfetta comodità nelle coltivazioni del Nord Barese quali Frutteti, specie se a Vaso ritardato, Oliveti e Vigneti a tendone.

Fiat Power Train 3400cc Tier IIIB

  • Modelli disponibili: 75cv-85cv-95cv-105cv-115cv
  • Posizione Dispositivo trattamento gas scarico:  Fuori cofano (Cofanatura più bassa al mondo)

Il sistema di trattamento dei gas di scarico è composto da DOC (catalizzatore) e DPF. La presenza del DPF in particolare, consente un’ottima reattività rispetto ai motori che usano il solo filtro DOC!

INCREMENTO PRESTAZIONI +0%

*RISPETTO AL MODELLO PRECEDENTE

CON QUALI ATTREZZATURE?

Potenza, Potenza, Potenza“. Tre volte come i tre cavallini presenti sulla scocca frontale pronti a tirare attrezzi che richiedono il massimo delle performance.

Carraro Frutteto Basso ama esaltare le sue prestazioni con Frese laterali pesanti, Scuotitori per la raccolta olive, Carrelli ad alta portata, Aratri bivomeri  e atomizzatori da 1000 a 3000 lt.

Gli esperti del settore lo hanno denominato “IL FRUTTETO PIU’ BASSO AL MONDO“. 

Nessun dubbio.

Carraro Frutteto Basso grazie al suo Cofano a Profilo Ribassato , la predisposizione fuori cofano del Dispositivo per il trattamento dei gas di scarico (DOC+DPF) e la seduta esclusiva ha tutti i requisiti per esser definito tale.

Importanti aziende agricole di Andria, Corato, Bisceglie, Canosa hanno implementato all’interno dei loro Oliveti Carraro in versione TIER IIIA e TIER IIIB, utilizzandolo  nella Raccolta e Lavorazione del terreno.

Nato e cresciuto fra i Frutteti a vaso ritardato e i Vigneti a tendone della Bat, Frutteto Basso è riuscito a mutare le proprie dimensioni fino a divenire “Il più basso del mondo” grazie al lavoro incrociato del team Carraro Agritalia e Divincenzo Tractors affiancati dalle richieste delle piccole e grandi aziende della zona.

Il Microriduttore idrostatico HSC è in grado di offrire un avanzamento ‘stepless’ da zero a 300 metri all’ora.

Un apposito switch elettronico scongiura conflitti tra l’originale trasmissione meccanica e quella idrostatica. L’olio utilizzato per l’alimentazione dell’Hydraulic Super Creeper è quello del circuito dei servizi, ossia dei distributori posteriori o ventrali. Non viene quindi coinvolto l’impianto ausiliare dedicato allo sterzo e ai vari innesti della powertrain come quello della presa di forza.

Oltre all’armoniosa gestione dell’avanzamento in applicazioni che richiedono andature da tartaruga, come lo scavo di fossi o drenaggi e l’utilizzo di macina-pietre o trita-ceppi, questa soluzione permette di svincolare il regime rotazionale della presa di forza dalla velocità del trattore. Venendo meno i rapporti di ingranaggeria, l’albero della pto segue indisturbato i giri motore con ovvi vantaggi in termini di efficienza.

    [wpgdprc "Usando questo form di contatto autorizzi alla conservazione e al trattamento dei tuoi dati personali."]

    (*) Campi richiesti